Teatralmente Teatri della salute

DSM Forlì
Volando sul pregiudizio

regia del Prof. Luigi Impieri e Michele Zizzari

una produzione Compagnia Fuori di banco formata dagli studenti del Liceo Classico G. B. Morgagni e da pazienti-attori del Centro Diurno Psichiatrico

 

Lo spettacolo tratta del pregiudizio che – anche in forme inconsapevoli e alimentato dal qualunquismo, dall’individualismo, dall’ignoranza, dalla paura del diverso, da una falsa e mistificante idea dell’identità e dell’appartenenza e dai luoghi comuni – continua ad annidarsi nel pensiero, nell’animo, nel comportamento e nell’atteggiamento degli individui e nelle scelte sociali, politiche ed economiche delle comunità. Una malattia virale e persistente che ancora affligge l’umanità e la società contemporanea, nonostante si viva in un mondo ormai globalizzato e si viaggi in aereo e in poche ore da una parte all’altra del pianeta. Cosa che manifesta la contraddizione profonda che esiste tra il progresso civile e delle comunicazioni che si pensa di aver raggiunto e l’arretratezza culturale che invece contraddistingue ancora le relazioni tra le persone, i popoli e le classi sociali.
Lo spettacolo non tratta però di grandi sistemi, ma lascia emergere il problema nella sua banalità, nei suoi più disarmanti luoghi comuni e da storie vissute da persone oggetto di discriminazione. Tutto avviene in un aeroporto, nel luogo di incontro tra popoli, culture e individui più internazionale e globale che esiste. E in particolare negli specchi delle sue toilette, per mettere a confronto l’immagine esteriore che di noi stessi diamo al mondo con ciò che realmente pensiamo intimamente.

La Compagnia Fuori di Banco nasce dall’incontro tra due realtà diverse: pazienti-attori del Centro Diurno Psichiatrico del Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Ausl di Forlì, diretto dal dott. Claudio Ravani, e studenti del Liceo Classico “G.B. Morgagni” di Forlì, ed è frutto del laboratorio teatrale integrato realizzato durante l’anno scolastico in corso, grazie ai registi prof. Luigi Impieri e Michele Zizzari.
Il Progetto, intitolato “Un palcoscenico per tutti”, si è sviluppato nell’ambito della Convenzione tra Azienda USL e “Centro Diego Fabbri”, con la collaborazione della Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, Università di Bologna, sede di Forlì, allo scopo di valorizzare esperienze di produzione artistica relative alla salute mentale, in particolare le dinamiche volte alla promozione e integrazione dell’esperienza teatrale realizzata all’interno del Centro Diurno Psichiatrico (coordinato dalla dr.ssa Paola Longhi) con le realtà operanti sul territorio, in primis gli Istituti Scolastici Superiori. Con questo progetto si privilegia l’elaborazione di esperienze teatrali come strumento di contrasto all’emarginazione sociale che promuova una migliore qualità della vita dei pazienti, sensibilizzi gli studenti su un tema sociale rilevante e favorisca pertanto lo sviluppo di una cultura dell’integrazione e dell’emancipazione delle varie “diversità”.

Programmazione

Programma in corso di definizione.