Teatralmente Teatri della salute

DSM Modena
T'è propia un gabian - Esegesi di un idiota

scritto e diretto da Francesca Iacoviello e Lisa Severo

con Roberto Cadalora, Adriano Ferri, Elena Giorgiucci, Giuliano Carminati, Alessandro Pagani, Daniela Miari, Sabrina quattrocchi Palazzi, Filomena Alberti

e con Sergio Nuccio, Maria Pellegrino, Lisa vescogni, Valentina Vincenzi, Enrica Roberti, Gaia Romeo

una produzione Associazione Insieme a noi

Lo spettacolo parte dal testo“Il Gabbiano Jonathan Livingstone” di Richard Bach per interrogarsi su quale sia la vera natura che si nasconde in ogni persona al di là delle apparenze e dei ruoli in cui “ci si sente ingabbiati” e indaga sui desideri che costituiscono l'identità di ciascuno e sui limiti (percepiti come tali) che ne impediscono la realizzazione.
Tale ricerca vuole riscoprire il gabbiano spesso deriso e reietto, un po’ sognatore e un po’ profeta che è in ciascuno di noi.
Gesti, storia, coreografia e parole richiamano un movimento dialettico tra i gabbiani che volano nello stormo solo per procurarsi il cibo, e Jonathan che, stanco di quella condizione, decide di dedicarsi all’arte del volo:
rievocando voci, versi, gesti fatti e subiti dai partecipanti al laboratorio e parlando delle loro personalissime prove e difficoltà, ma anche delle loro speranze e ambizioni, gli attori hanno ricercato su se stessi e tentato di risvegliare gli altri “gabbiani”, ciechi e sordi alle potenzialità dello “svitato” che propone un’idea diversa e forse rivoluzionaria.

“Esiliando me, è a voi stessi che fate del male. Un giorno i vostri occhi si apriranno. E allora vedrete come me. Più alto vola il gabbiano, e più vede lontano. Ma voi gabbiani lì, dalle vostre parti, non vi levate quasi da terra, state sempre a schiamazzare e far baruffe fra di voi. Siete lontani mille miglia dal cielo!

Programmazione

Programma in corso di definizione.