Teatralmente Teatri della salute

DSM Reggio Emilia
Il meraviglioso ordinario

un progetto realizzato con AUSL Dipartimento di Salute Mentale di Reggio Emilia, Scandiano e S. Polo; Regione Emilia-Romagna; Fondazione I TEATRI di Reggio Emilia; Associazione Sostegno e Zucchero; nell’ambito di EnERgie Diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità

una produzione Festina Lente Teatro

Prossimi ai quarant’anni della legge Basaglia, una delle più grandi rivoluzioni sociali del nostro tempo, Festina Lente Teatro, impegnata dal 2002 a condurre un progetto di Laboratorio Teatrale rivolto a persone con fragilità e disagio psichico, in questo nuovo lavoro, sottolineando ancora una volta che la fragilità è una delle tante forme di stare al mondo, intende dare spazio ad altri modi di essere, aprire nuove strade di riflessione per liberare da stereotipi e luoghi comuni che tuttora accompagnano chi soffre di un qualsiasi disagio.

Un gruppo fuori dall’ordinario contende lo spazio scenico alle convenzioni sociali, alla prepotenza, all’egoismo, per liberarsi da imposizioni che imprigionano, per rendere eccezionale l’ordinario, personaggi di una straordinaria umanità, che amalgama dolore e piacere, caos e ordine, follia e normalità, in una continua alternanza di emozioni, e che trasforma la fatica del vivere in poesia Sono storie ordinarie, fatte di desideri, di passioni e di oggetti del fare quotidiano, simboli universali della nostra cultura.

Un gruppo di musicisti, la Banda di Quartiere diretta da Emanuele Reverberi, segue gli attori sulla scena diventando loro stessi protagonisti dello spazio. La Banda di Quartiere è un laboratorio musicale aperto e rivolto a musicisti principianti, 20 elementi con un repertorio dalla tradizione popolare emiliana, ai colori dei Balcani, alle luci della musica ebraica, restituendo il tutto in una personalissima versione.

Non è una piccola ordinaria rivoluzione oggi riappropriarsi di tutto ciò che è considerato banale, dalla cura di noi stessi a quella degli altri? Non è una piccola ordinaria rivoluzione recuperare lentezza, ascolto, empatia, portare dentro quello che prima era fuori e fuori quello che era dentro? Ne “Il meraviglioso ordinario” la vita autentica si impone alla forma e la vita irrompe sul palcoscenico mettendo in crisi la finzione.

Nell’anno in cui ricorrono i quaranta anni della Legge Basaglia, un vero e proprio cartellone trasversale che intende promuovere le compagnie teatrali operanti nei diversi Dipartimenti di Salute Mentale della Regione Emilia-Romagna. Le produzioni teatrali, realizzate dalle compagnie, diventano parte integrante delle stagioni teatrali regionali, per una loro valorizzazione, sia sotto l’aspetto sociale sia culturale. Grazie al protocollo di intesa Teatro e Salute Mentale, sottoscritto dagli Assessorati regionali Cultura, politiche Giovanili e politiche per la Legalità e politiche per la Salute, si è costruito un terreno comune, per la valorizzazione del Teatro, elemento di benessere psichico e, soprattutto, di crescita individuale e collettiva. In collaborazione con Ater Circuito multidisciplinare dell’Emilia Romagna.

Programmazione

Programma in corso di definizione.