Teatralmente Teatri della salute

DSM Parma
I promessi sposi

Creazione Maria Federica Maestri_Francesco Pititto
Traduzione, drammaturgia, imagoturgia Francesco Pititto
Regia, scene, costumi Maria Federica Maestri
Musica Andrea Azzali
Interpreti Liliana Bertè, Franck Berzieri, Giovanni Carnevale, Carlo Destro, Paolo Maccini, Andrea Orlandini, Delfina Rivieri, Vincenzo Salemi, Carlotta Spaggiari, Barbara Voghera
e Valentina Barbarini, Monica Bianchi, Roberto Riseri, Elena Sorbi
Direzione scientifica Rocco Caccavari
Progetto formativo Elena Sorbi
Progetto riabilitativo Paolo Pediri
Cura e organizzazione Ilaria Montanari
Promozione e comunicazione Eleonora Felisatti

Osservatorio università Valeria Borelli, Violetta Fulchiati
Équipe tecnica Gianluca Bergamini, Nicolò Fornasini, Alice Scartapacchio
una produzione Lenz Rifrazioni
con il sostegno di AUSL Parma_Dipartimento Assistenziale Integrato di Salute Mentale-Dipendenze Patologiche

Dopo il grande successo di HAMLET al Teatro Farnese e Galleria Nazionale nel maggio 2013, spettacolo visto da centinaia di spettatori e recensito favorevolmente dalla stampa nazionale, gli attori sensibili di Pellegrino Parmense insieme in questa occasione agli attori di Lenz, presentano un nuovo lavoro teatrale tratto da I PROMESSI SPOSI. La metodologia di pratica artistica applicata da Lenz Rifrazioni prevede lunghi mesi di prove, drammaturgia applicata, registrazioni video/audio e l’allestimento di un’opera teatrale in cui il canone estetico trae forza dalle caratteristiche uniche degli attori in scena. I risultati artistici ottenuti sono stati, nel tempo, considerati particolarmente significativi da riscontri artistici e scientifici, nonché l’esperienza pluriennale di livello qualitativo europeo.

Si sono concluse, con grande successo di pubblico e attenzione da parte della critica specializzata, le 6 repliche de “I Promessi Sposi” di Lenz Rifrazioni, per la regia di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto. La creazione, che ha debuttato e aperto la 18° edizione di Natura Dèi Teatri, festival internazionale di arti performative, è stata installata nel maestoso spazio della Sala Majakovskji di Lenz Teatro, dal 16 al 24 novembre.

Dopo l’Hamlet nel teatro più bello del mondo, il Teatro Farnese, prosegue il lavoro ultradecennale di Lenz Rifrazioni con gli attori “sensibili”, ex lungodegenti psichici e persone con disabilità intellettiva. Questo percorso di ricerca unico in Europa per intensità e risultati espressivi, va ora ad innestarsi sulla messinscena del grande romanzo storico manzoniano, I Promessi Sposi, alla ricerca di una visione irrazionale e provvidenziale del teatro contemporaneo, avvio del nuovo progetto biennale di creazioni sceniche dedicate all’opera di Alessandro Manzoni.

Artefici di questa nuova riscrittura drammatica sono gli attori “sensibili”: Frank Berzieri, Giovanni Carnevale, Carlo Destro, Paolo Maccini, Andrea Orlandini, Delfina Rivieri, Vincenzo Salemi, Carlotta Spaggiari, Barbara Voghera insieme al nucleo di attori storici di Lenz Valentina Barbarini, Monica Bianchi, Roberto Riseri, Elena Sorbi.
Molti sono i nodi che caratterizzano la vita degli attori di questi “Promessi Sposi”, alcuni sono già stati tagliati nel corso di questi dodici anni di pratica artistica comune, molti sono ancora strettamente intrecciati tra la storia di ognuno e il presente che trae la propria energia da una passione ripetuta di riscatto e reincarnazione. La presa di possesso dei personaggi manzoniani da parte di questi “magnifici umili” diventa una contemporanea rivolta del pane e una ribellione all’oblìo, una pestilenza benefica che costringe alla malattia dell’uguaglianza e alla misericordia dell’attore tragico, di intransigente moralità come l’uomo verdiano.
Melodramma e romanzo si intrecciano nelle ricostruzioni di vite vissute davvero, personaggi manzoniani e verdiani si sovrappongono e si fondono tra identità perdute e ricostruite su di un canovaccio personale che ritrova percorsi comuni, identiche epifanie e uguali sofferenze in un unico grande affresco di verità e rappresentazione.

Programmazione

Programma in corso di definizione.