Teatralmente Teatri della salute

DSM Parma
Adelchi

ADELCHI
da Alessandro Manzoni

Creazione | Francesco Pititto, Maria Federica Maestri
Musica | Andrea Azzali
Interpreti | Carlotta Spaggiari, Carlo Destro, Franck Berzieri
Cura | Elena Sorbi
Progetto riabilitativo | Paolo Pediri
Organizzazione | Ilaria Stocchi
Comunicazione | Violetta Fulchiati
Ufficio stampa | Michele Pascarella
Tecnica | Alice Scartapacchio

una produzione Lenz Rifrazioni in collaborazione con AUSL di Parma - Dipartimento Assistenziale Integrato di Salute Mentale-Dipendenze Patologiche

Adelchi è il secondo lavoro legato al progetto biennale dedicato a Manzoni. È il lato oscuro de I Promessi Sposi, messo in scena nel 2013: è una tragedia-blind spot, un’area cieca, una zona di non visione a luminosità intermittente. In questa macchia scura, a tratti illuminata dalla presenza di Dio, si compie il comune destino luttuoso dei due fratelli - Ermengarda e Adelchi. Questi due piani si rispecchiano nel buio/luce interiore dell’interprete, Carlotta Spaggiari (Ermengarda) attrice con sindrome dello spettro autistico, e coincidono con la sua più intima natura: duplice nel suo assoluto desiderio di presenza e bisogno di ritiro, nella ipersensibilità emotiva dispiegata in silenzio espressivo, nella straordinaria densità artistica silenziata dalla fobia comunicativa. La sua duplicità assume nella creazione scenica forme misteriose; scardinando i processi logici e analogici, le prevedibilità comportamentali, ci avvicina al sublime: forza distruttrice e rigeneratrice dell’atto performativo. Carlo Destro e Franck Berzieri affrontano rispettivamente i ruoli di Adelchi, eroe morale, figura fondamentale nella poetica manzoniana, e la duplice funzione di Desiderio/Carlo Magno. Entrambi gli attori, con sensibilità psichica, si sono formati nel laboratorio permanente che dal 2000 lega Lenz Rifrazioni e Ausl di Parma-Dipartimento Assistenziale Integrato di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche.

Programmazione

Programma in corso di definizione.